L'orto

Un benessere dalle radici profonde. Benvenuti nell’orto!

Il nostro orto è biodinamico, coltivato sulla base di tecniche antiche come la semina lunare, unite ai principi di Rudolf Steiner. L’abbondante raccolto è fonte tanto di ispirazione quanto di ingredienti per il ristorante di Borgo, Meo Modo, e per il suo analogo fiorentino, La Bottega del Buon Caffè, i cui executive chef Andrea Mattei (Meo Modo) e Antonello Sardi (La Bottega), una stella Michelin a testa, sono così in grado di progettare i loro piatti a partire dalla fonte, grazie alla collaborazione con gli orticoltori biodinamici Lorena Turrini e Davide Rizzi.

I principi della coltivazione biodinamica comportano la possibilità di intervenire su dimensioni, colori, sapori e forme in modo naturale, sfruttando gli influssi planetari che agiscono al momento della semina delle piante, il che consente a Mattei e a Sardi di poter creare e progettare piatti esclusivi con ingredienti “su misura”. La consapevolezza profonda con cui Davide e Lorena mettono in atto il metodo biodinamico di coltivazione è tale che essi, ad esempio, usano bruciare un corno di mucca ricolmo di letame, lasciandolo per sei mesi come “antenna energetica” deputata a convertire il terreno in fertile humus; quest’ultimo successivamente viene sparso nell’orto.

Davide inoltre colleziona e coltiva specie antiche di sementi: sia lui che Lorena coltivano quindi l’orto attingendo alla loro personale “banca” di semi biodinamici, che include varietà richiestissime provenienti da tutto il mondo. La coppia inoltre ingloba nel proprio approccio la musica e l’arte, mettendo a frutto l’esperienza di concertista di lui e i trascorsi di lei nel campo delle belle arti, così da conferire all’orto un clima tangibile di armonia.

“Quello che noi coltiviamo è cibo per il corpo e per l’anima, prodotto con il metodo biodinamico e perciò di altissimo valore nutrizionale, ma al contempo bellezza che nutre”, spiega Turrini. “Vogliamo dare un’immagine dell’orto, soprattutto ai più giovani, non solo come luogo di fatica ma anche come oasi di pace e di serenità, un modo per riscoprire la sua necessaria importanza per la vita dell’uomo”.

L’orto del Borgo alimenta le attività dell’intera tenuta: gli ospiti allievi della Borgo Scuola di Cucina utilizzano i suoi prodotto freschi in diverse lezioni, mentre il personale della spa raccoglie le erbe medicinali per preparare trattamenti e tisane purificanti (ad esempio al timo limone, melissa e menta), offerte agli ospiti in un bollitore vintage sistemato nella hall d’ingresso della spa.

Davide e Lorena sono sempre più che lieti di condividere la loro passione per l’orticoltura biodinamica, intrattenendovi con una stimolante conversazione e offrendovi delle erbe curative o una bacca appena raccolta. Perciò, perché non fate un salto da loro nell’orto per una chiacchierata o per saperne di più, scegliendo uno dei nostri “garden tour”?

 

OFFERTE E EVENTI