Executive Chef Andrea Mattei, stella Michelin

Andrea Mattei è nato a Pietrasanta, in provincia di Lucca, dove è cresciuto circondato da un’abbondanza di ingredienti freschi stagionali. Grazie alla passione per la cucina sviluppata sin da piccolo, Mattei ha scelto di iscriversi alla scuola alberghiera dove ha fatto il primo incontro con l’alta cucina.

Sotto l’attenta guida del Professor Rolando Paganini, già Executive Chef dell’Hotel Byron di Forte dei marmi, Mattei ha sviluppato ulteriormente le proprie tecniche e abilità in cucina. Paganini, nella sua veste di mentore, è divenuto un grande amico di Mattei e l’ha incoraggiato a prendere la sua strada nella carriera di chef. Mattei commenta così: “Ho avuto la grande fortuna di fare esperienze importanti con grandi nomi della cucina ma Rolando è il mio maestro e ha un’influenza positiva nella mia vita.”

Alla fine degli anni 90, Mattei è entrato a far parte del team dell’Hotel Byron e durante le stagioni invernali ha lavorato presso l’Hotel Hermitage di Cervinia e l’Hotel Royal Monceau di Parigi.

Dopo il servizio militare, Mattei ha continuato a portare avanti la sua carriera in cucina lavorando in diversi ristoranti prestigiosi come il San Domenico di Imola, l’Enoteca Pinchiorri di Firenze, con Alain Ducasse al au Plaza Athenee di Parigi, oltre a diversi apprendistati tra il Four Seasons Hotel di Milano e il ristorante Taillevant di Parigi.

Nei suoi viaggi il suo lavoro ha delineato un tratto comune, uno stile riconoscibile di cucina, “un alchimia inconfondibile di materie prime d’eccellenza e grandi tecniche culinarie”.

In occasione del suo “ritorno a casa” in Versilia nel 2003 alle cucine dell’Hotel Byron di Forte dei marmi, Mattei ha nuovamente lavorato a fianco dell’Executive Chef Rolando Paganini fino al 2007 quando ha assunto lui stesso il ruolo di Executive Chef. Con l’obiettivo ultimo di ottenere una stella Michelin, Mattei ha lavorato molto duramente ed è stato premiato per i suoi sforzi con la prima stella Michelin al ristorante La Magnolia dell’Hotel Byron nel 2011.

Se si domanda a Mattei qual è il suo stile di cucina, si riceverà come risposta “semplice ma non scontato”. Prendendo ispirazione dalle materie prime naturali disponibili nella regione, sceglie i propri ingredienti con criteri di freschezza e stagionalità. Utilizzando prodotti locali dove possibile e selezionando ingredienti da piccoli artigiani locali si può affermare che il suo stile è fresco, semplice e autentico.

Mattei commenta: “un cliente deve comprendere da dove ha origine un piatto. Non è possibile mangiare gli stessi ingredienti in ogni parte del mondo, deve esserci un legame con il luogo dove ci si trova, il territorio, la cultura e il clima”. Viaggiare e provare diverse tecniche e approcci alla cucina ha aiutato Mattei a sviluppare il suo stile unico. Nelle sue esperienze ha lavorato presso al Noma di Copenhagen, con Martin Berasategui di Barcellona e Paco Roncero di Madrid, dove gli ingredienti locali vengono fusi con incredibili tecniche contemporanee e tradizionali innovative.

Con il suo impressionante uso di ingredienti autentici ma semplici della Toscana e le premiate abilità culinarie, Mattei ha creato un “concept culinario” perfetto. Dopo 10 anni trascorsi all’Hotel Byron, Mattei con il suo souschef Andrea Ferrari e il suo pastry chef Diego Poli, si è ora unito al team dell’ hotel boutique di lusso Relais Borgo Santo Pietro presso Siena, come Executive Chef di Meo Modo by Andrea Mattei, ristorante di Borgo Santo Pietro. Mattei lavora a stretto contatto con i gestori e i giardinieri dell’hotel per creare menù che offrano gli ingredienti più freschi prodotti in loco. “Sono davvero emozionato di lavorare qui con tale abbondanza di prodotti freschi, coltivati a pochi metri dalla porta della cucina, è una fantastica opportunità di presentare il meglio della cucina toscana in un posto senza paragoni”.