Katie Sollohub

Katie Sollohub è un artista diSussex con un interesse per documentare e registrare i luoghi in cui vive e lavora tramite il disegno, la pittura, le performance, la fotografia e la poesia.

Nel 2014 ha vinto una borsa di studio dell’Arts Council England per un anno di residenza alla JMW Turner’s House a Twickenham, che presto tornerà operativa e sarà aperta al pubblico nel 2017. “Far parte di questo progetto storico è stato un grande privilegio, nonché una fonte di ispirazione per me. Mi ha permesso di sviluppare davvero il mio rapporto con il posto e con l’architettura, e ha alimentato una vera attrazione per lo spazio che spero durerà a lungo, anche perché successivamente mi hanno invitato a lavorare in altre sedi di rilevanza storica, tra le quali la grotta di Pope e il Normansfield Theatre (KS 2016).

Il suo lavoro esplora gli elementi narrativi che circondano gli oggetti, le memorie, gli spazi interni ed esterni, portati alla luce attraverso la sua spettacolare padronanza del colore e del dettaglio. Una selezione del suo recente lavoro “A Guest in Turner’s House” si può ammirare nella gallery del sito della Turner’s House, qui.

Katie is also an inspirational teacher, using her own experiences and processes to help motivate others. She aims to live life as a Creative Journey, and generously takes others along for the ride.

La mia residenza a Borgo Santo Pietro

Non vedo l’ora di vivere il mio mese di residenza a Borgo Santo Pietro quest’anno ad agosto. Dal momento che il mio lavoro si sviluppa sempre in risposta a un luogo, e questa sarebbe la mia prima volta qui, immagino che partirò dall’esplorare il posto, le immediate vicinanze, compresi lo studio e il paesaggio circostante. Che si tratti di una semplice natura morta, di oggetti nello studio, di fiori freschi appena raccolti, o del resoconto delle mie passeggiate quotidiane da e verso lo studio. Avendo poi visto delle fotografie dell’hotel stesso, mi piacerebbe avere l’opportunità di fare un lavoro che si ispiri agli interni sontuosi, o al gioco interno/esterni nei giardini, dove gli arredi e le piante incorniciano lo spazio. Di solito inizio con delle prove su carta, usando dei blocchi per fare esperimenti con inchiostri, materiali da disegno, collage e tecnica mista. Piccoli strumenti portatili mi saranno utili per esplorare facilmente i dintorni. Questo metodo è anche un modo meraviglioso di insegnare e di condividere una maniera di osservare immergendosi nell’esperienza, disegnando mentre si passeggia.

Con la possibilità di lavorare quotidianamente, lontana dalle distrazioni di casa, prevedo che sarà un mese molto produttivo. Dopo la ricognizione iniziale, trovata la mia dimensione, mi divertirò a dedicarmi alla pittura (la mia preferita è quella a olio). Di solito lavoro velocemente, su più tele contemporaneamente, a volte di dimensioni anche piuttosto grandi. Nel lavoro mi lascio guidare dall’intuito, seguo l’istinto e mi affido al processo creativo, che è poi lo stesso approccio che adotto nelle mie lezioni. Mi piace incoraggiare gli altri ad aprire gli occhi e a posare uno sguardo nuovo su ciò che li circonda, a disegnare o dipingere a partire dall’osservazione, con viva curiosità, sperimentando con i materiali, in modo che l’opera sia espressiva e rispecchi da vicino il singolo partecipante, a prescindere dall’esperienza di ciascuno. Nel mio lavoro cercherò di essere presente, di sospendere il giudizio, come consiglio di fare agli altri nelle mie lezioni. Vedrò cosa mi ispirerà e mi godrò a fondo il frutto di quella ricerca. Verrò senza un piano predefinito, in modo che tutto sia il risultato di nuove esperienze, di nuovi spazi, di nuove idee.

Web: http://www.katiesollohub.co.uk/

 

OFFERTE E EVENTI